Uniamo

L'8 aprile si è tenuto il webinar  " FEGATO E AUTOIMMUNITA' " organizzato da MotoreSanità.

Troverete un riassunto di quanto detto e la registrazione ... per continuare a leggere ..  clicca qui 

 

 

UN SEMPLICE GRANDE GESTO!

Caro socio/a, cari tutti, tante volte vi abbiamo contattato per chiedere il vostro aiuto, oggi vogliamo chiedervi una firma che non costa nulla! Attraverso questo semplice gesto, ci permetterete di continuare a supportare la ricerca e tutti quegli ..... CLICCA QUI x leggere articolo completo

 

* Per chi non avesse face book troverà la lettera come immagine di questo post.

 

Tra i pazienti, il rapporto femmine/maschi è di 9 a 1: è nei cromosomi sessuali che si troverebbe il motivo di questa predominanza

Milano – Lo studio condotto da un team internazionale di ricercatori segna un importante passo in avanti verso la comprensione delle cause della colangite biliare primitiva (CBP). Il lavoro è stato coordinato dagli esperti dell’Università di Milano-Bicocca e del Centro Malattie Autoimmuni del Fegato dell’Ospedale San Gerardo di Monza, da anni impegnati a studiare questa malattia, e... Clicca qui per leggere l’articolo completo su OMAR

 

In data 8 aprile 2021 dalle ore 11,00 alle ore 13,00 potrete seguire il webinar, dedicato alle malattie autoimmuni del fegato. Il webinar, organizzato da Motore Sanità, con il patrocinio di Amaf Monza Onlus, vedrà anche la partecipazione del Presidente di Amaf Davide Salvioni.

  

Perchè un webinar dedicato a "FOCUS FEGATO E AUTOIMMUNITÁ"

Le malattie epatiche autoimmuni insorgono quando il sistema immunitario, per ragioni ancora poco conosciute, aggredisce il fegato con una reazione anomala che provoca un'infiammazione cronica e progressiva. In assenza di presa in carico e adeguato trattamento, questa condizione porta a cirrosi e insufficienza epatica. Se ne distinguono almeno 4 forme, più o meno rare: l’epatite autoimmune, la colangite biliare primitiva, la colangite sclerosante primitiva e la colangite IgG4-positiva.

Queste situazioni patologiche sono di complessa gestione poiché spesso si associano ad altre patologie autoimmuni, come l'artrite reumatoide, la sclerosi sistemica, la sindrome di Sjögren, la sindrome CREST (calcinosi della cute, fenomeno di Raynaud, disturbi della motilità esofagea, sclerodattilia, telangiectasia) la tiroidite autoimmune e l'acidosi tubulare renale. Nei pazienti asintomatici, una buona parte di queste patologie viene diagnosticata incidentalmente quando i test di funzionalità epatica risultano alterati.

In termini di incidenza tra le forme più o meno rare di queste patologie, la colangite biliare primitiva è delle più diffuse. Si tratta di una malattia cronica caratterizzata dalla progressiva distruzione dei dotti biliari intraepatici che colpisce maggiormente le donne di media età, tra i 40 e i 60 anni (ma può svilupparsi tra i 35-70) interessando più membri all'interno della stessa famiglia. Alla prima osservazione può essere anch’essa asintomatica, evidenziando solamente astenia o sintomi di colestasi, ma se in fase avanzata di cirrosi può presentare già ipertensione portale, ascite, encefalopatia epatica. Una volta sviluppati i sintomi, l'aspettativa media di vita è di 10 anni.

Per tutti questi motivi l’organizzazione di percorsi dedicati alle malattie epatiche autoimmuni è fondamentale per poter avere una rapida diagnosi ed una efficace presa in carico dei pazienti. Infatti in queste patologie è fondamentale evitare la progressione di malattia e le sue complicanze severe (fino alla cirrosi). Motore Sanità intende coinvolgere Regione Lombardia, ricca di eccellenze scientifiche in questo ambito, per discutere eventuali nuovi modelli organizzativi per la gestione di questa complessa malattia.

 Il webinar, vedrà a confronto le istituzioni sanitarie lombarde, i clinici del territorio e le associazioni che maggiormente rappresentano le malattie autoimmuni del fegato, per fare il punto della situazione e valutare le diverse problematiche che si presentano, a livello della regione Lombardia, a partire dal momento della presa in carico del paziente MAF.

 

⇒ Programma

 

 

Pagina 1 di 11